SOLSTIZIO (INSEGUENDO LA VERA LUCE)

Dimensioni opera incorniciata: 85,1 x 65,1 cm – Cornice in legno nero, Passepartout bianco (6 cm)

Opera realizzata in unica copia e firmata a mano dall’artista. L’originalità e l’unicità dell’opera è garantita da apposito certificato di autenticità.

Anno: 2021
Dimensioni in cm: 70 L x 50 A

Tecnica: Digital Art
Materiali: Giclée fine art print su carta Hahnemühle

© Andrea Casula.
Tutti i diritti riservati.

Descrizione dell’opera:
L’opera “Solstizio (Inseguendo la vera Luce)” rappresenta una profonda e intricata manifestazione di simbolismo esoterico che affronta la dualità intrinseca dell’esistenza umana, delinea il costante conflitto tra polarità opposte e riflette sull’eterna ricerca della Verità. Le dimensioni stesse del quadro, con una lunghezza di 70 centimetri e un’altezza di 50 centimetri, assumono un significato simbolico: il numero 70, nell’esoterismo, è spesso associato alla totalità e alla perfezione, mentre il 50 può rappresentare la trasformazione spirituale e la ricostituzione dell’equilibrio interiore. La divisione netta del dipinto in due parti uguali, con uno sfondo nero sulla sinistra e uno sfondo bianco sulla destra, incarna il dualismo cosmico, il costante conflitto tra luce e tenebre, ordine e caos, conoscenza e ignoranza. Questa separazione simbolica è l’espressione tangibile della dualità dell’esistenza umana, in cui entrambe le polarità coesistono in perfetto equilibrio. Al centro di questa dicotomia, due figure femminili rivolte verso la sfera di luce, tenendo entrambe il Sacro Libro della Legge, rappresentano l’umanità in cerca di Verità. La sfera di luce con l’occhio divino onnisciente simboleggia la consapevolezza spirituale, l’illuminazione interiore e la comprensione più profonda della realtà. Questo occhio, sovrastante tra il nero e il bianco, rappresenta la connessione tra le dualità, suggerendo che la Verità trascende la semplice opposizione binaria. Le parole di Gesù Cristo riportate nel vangelo di Luca sulla Luce come guida per l’umanità risuonano attraverso l’opera di Andrea Casula, evidenziando il ruolo della Verità nell’illuminare il cammino dell’uomo, fungendo da faro per dissipare le tenebre dell’ignoranza e offrendo un punto di riferimento fondamentale nella ricerca spirituale e nella comprensione della realtà. Così, “Solstizio” si configura come un’opera esoterica complessa e intrigante che invita lo spettatore a riflettere sulla dualità della vita, sull’importanza della ricerca interiore e sulla necessità di abbracciare la luce della Verità per superare le sfide dell’esistenza umana.

SOLSTIZIO (INSEGUENDO LA VERA LUCE)
di Andrea Casula
– Scritto complementare alla mia omonima opera pittorica –

Tra il bianco e il nero, là dove l’orizzonte si spezza,
nel Solstizio d’inverno, l’opera si manifesta.
Settanta e Cinquanta centimetri di profonda verità,
in un dipinto dedicato alla luce e all’oscurità.

Il quadro diviso, simbolo di dualità,
il mistero della vita in perfetta equità.
Il nero, il bianco, lottano nella scena,
mentre il tempo sussurra una storia ancestrale.

Due donne nell’ombra con il Sacro Libro in mano,
guardano la sfera di luce, come un arcano.
L’occhio divino tra le sfumature di luce e di tenebra,
dischiude il segreto che l’anima ricopre e cela.

Nell’antico Libro della Sacra Legge,
Il Cristo proclamò la verità come guida,
San Giovanni preparò la Via e presentò la Luce,
affinché l’uomo possa crescere libero e capace.

Il Solstizio d’inverno, tempo di riflessione,
celebra la luce in ogni direzione.
Nell’opera “Solstizio,” la dualità si espande,
la ricerca della verità, un viaggio senza bande.

Il 22 dicembre, giorno di grande mistero,
quest’opera svela un significato vero.
Che la luce del sapere, la verità più pura,
sia guida nell’oscurità, fiamma che non si oscura.

Andrea Casula


Condividi questa pagina: