LA SHEKINAH


LA SHEKINAH


Anno: 2020
Dimensioni in cm: 50 L x 70 A

Tecnica: Digital Art
Materiali: Giclée fine art print su carta Hahnemühle


Dimensioni opera incorniciata: 65,1 x 85,1 cm – Cornice in legno nero, Passepartout bianco (6 cm)


© Andrea Casula.
Tutti i diritti riservati.

Opera realizzata in unica copia e firmata a mano dall’artista. L’originalità e l’unicità dell’opera è garantita da apposito certificato di autenticità.

Descrizione dell’opera:
Nell’opera “La Shekinah” Andrea Casula rappresenta la manifestazione visibile della gloria di Dio pronta a guidare i suoi leali. Dio rivelò la sua presenza al suo popolo ebraico nella Nuvola di Gloria o Shekinah. Tramite la nube faceva conoscere al suo popolo la sua presenza. La nuvola servì da guida per Israele, dando luce nella notte e ombra dal calore, ma portava anche giudizio sui malvagi. La Shekinah è quindi niente di meno che la rivelazione visibile della Gloria di Dio. Durante il periodo dell’esodo dall’Egitto verso la Terra Promessa, quando il popolo ebraico era nel deserto, la dimora della gloria di Dio in mezzo al suo popolo (in ebraico la Shekinah) era rappresentata da una tenda (il tabernacolo) che conteneva l’arca dell’Alleanza (una cassa contenente a sua volta le tavole della Legge). Quella tenda, che accompagnava il popolo nel deserto, indicava la presenza di Dio che guidava Israele nel suo pellegrinare. Quando il popolo ebraico giunse finalmente nella terra di Canaan e, da nomade che era, divenne un popolo sedentario che cominciò ad abitare non più in tende ma in case fisse. Decise così di fare una dimora stabile anche al suo Dio. Il Re Davide trasferì l’arca sul monte Sion, a Gerusalemme, e il monte Sion divenne la nuova dimora di Dio. Suo figlio Salomone, su quel monte, vi costruì poi il tempio e il Dio d’Israele ricevette finalmente una dimora stabile in mezzo al suo popolo. Da questi avvenimenti storici impariamo l’importanza di offrire a Dio un luogo stabile vicino a noi in cui dimorare. Offriamo quindi i nostri cuori sinceri provati da una santa condotta, come “alloggio” affinché la gloria di Dio possa dimorare tutti i giorni nei nostri cuori.
Descrizione dell'opera

Altre opere



Condividi questa pagina: