PEDINE IN UN GIOCO PIÙ GRANDE

Dimensioni opera incorniciata: 95,1 x 75,1 cm – Cornice in legno nero, Passepartout bianco (6 cm)

Opera realizzata in unica copia e firmata a mano dall’artista. L’originalità e l’unicità dell’opera è garantita da apposito certificato di autenticità.

Anno: 2021
Dimensioni in cm: 80 L x 60 A

Tecnica: Digital Art
Materiali: Giclée fine art print su carta Hahnemühle


OPERA DISPONIBILE PRESSO LA GALLERIA
CRISTIANO ART GALLERY
VIA LEONE I PIGNATARO INTERAMMA 03040 (FR)

Per informazioni:
Email: tomassicristiano@gmail.com

© Andrea Casula.
Tutti i diritti riservati.

Descrizione dell’opera:
Nell’opera “Pedine in un gioco più grande”, viene rappresentata una cruda guerra composta da diverse fazioni schierate l’una contro l’altra, con l’obiettivo di annientare il “nemico”. La battaglia si svolge su una simbolica tavola imbandita che rappresenta le ricchezze del pianeta Terra. Ponendo maggiore attenzione su questo particolare, possiamo notare che il pasto è stato già bello che consumato. Chi rimane sul tavolo è solo l’uomo, pronto a massacrare il suo simile in nome di una guerra voluta dai “seminatori” dei finti ideali patriottici nazionalistici, che trovano la loro espressione materiale, nei governi corrotti. Grazie a tale premessa si può comprendere il significato dell’uomo obeso dal volto nascosto, che con la sua pancia, copre tutto lo sfondo dell’opera. Quest’uomo rappresenta la totalità degli avidi governi, che per divorare le risorse e le ricchezze del pianeta, organizzano guerre con futili motivi creati ad hoc, in modo da poter trarre vantaggio dai nuovi assetti geopolitici che si verranno a creare al termine del conflitto. Incuranti della vita di milioni di innocenti, i governi corrotti usano la forza dei mass media per “instillare” idee malsane nella mente della popolazione. L’essere umano viene così privato delle proprie capacità decisionali trasformandosi in una pedina nelle mani del simbolico uomo malvagio che fa da sfondo all’opera. Una volta plagiato dai media l’uomo diventa una creatura non pensante, pronta a morire per far “ingrassare” il suo grande tiranno, che da dietro le quinte, controlla quello che è lo spietato gioco della guerra.

Condividi questa pagina: