QUARANTENA


QUARANTENA


Anno: 2021
Dimensioni in cm: 70 L x 50 A

Tecnica: Digital Art
Materiali: Giclée fine art print su carta Hahnemühle


Dimensioni opera incorniciata: 85,1 x 65,1 cm – Cornice in legno nero, Passepartout bianco (6 cm)


© Andrea Casula.
Tutti i diritti riservati.

Opera realizzata in unica copia e firmata a mano dall’artista. L’originalità e l’unicità dell’opera è garantita da apposito certificato di autenticità.

Descrizione dell’opera:
Il termine quarantena detta anche contumacia, è un isolamento forzato, solitamente utilizzato per limitare la diffusione di uno stato pericoloso quale una grave malattia. Il termine deriva da quaranta giorni, la durata tipica dell’isolamento a cui venivano sottoposte le navi provenienti da zone colpite dalla peste nel XIV secolo. Con l’opera “Quarantena”, l’artista Andrea Casula utilizza in modo metaforico la figura di una donna moderna vestita con antichi abiti che ricordano la celebre Gioconda di Leonardo da Vinci, in modo tale da creare un canale comunicativo tra passato e presente, quale simbolo di perenne situazione e invariabilità nello scorrere del tempo. Il paesaggio alle spalle della donna è uno scenario astratto, cupo, privo di vita e speranza. La luce è ridotta ai minimi termini, questo a causa di quello che è “l’isolamento comunicativo” dell’uomo verso i suoi simili, che nell’opera, viene rappresentato metaforicamente dalla mascherina posta sulla bocca della giovane donna, quale simbolo di divieto alla libera espressione della propria individualità. La moderna società umana, senza accorgersene, vive in un forte stato d’isolamento già da molto tempo prima dell’avvento del covid-19. Ovviamente si tratta di un isolamento differente dalla malattia fisica, poiché basato sull’allontanamento delle relazioni umane, che con il passare del tempo, hanno contribuito alla creazione di un mondo sempre più manovrato dall’egoismo e dall’avidità, in nome del culto dell’individualismo egocentrico. Con “Quarantena” l’artista Andrea Casula, lancia un forte messaggio di allerta per l’umanità: la mancanza di dialogo, oltre che all’ignoranza collettiva, porta all’assenza di altruismo e amore verso il prossimo. Queste sono sicuramente le più gravi malattie che l’umanità possa temere, poiché il loro esito nelle forme più gravi conduce al cancro sociale delle sanguinose guerre umane mosse in nome dell’avidità materiale.
Descrizione dell'opera

Altre opere



Condividi questa pagina: